Home > Alimentazione, Salute > Le proprietà del caffè e della caffeina

Le proprietà del caffè e della caffeina

22 marzo 2010 di: Redazione



caffeina Le proprietà del caffè e della caffeinaCominciamo dalle calorie, il caffè apporta nella sua forma classica, cioè una tazzina, 2 Kcal se amaro, circa 9 calorie se macchiato, fino a 15-20 se zuccherato

In media si può affermare che una tazzina di caffè espresso contiene circa 60 mg di caffeina, il caffè lungo di più.

La caffeina appartiene alla classe delle metilxantine, come la teofilina contenuta nel the, e la teobromina che si ritrova nei semi del cacao.

Queste sostanze e la caffeina in particolare, per la concentrazione che si ritrova per grammo di prodotto, agiscono in maniera ampia sul nostro organismo:

  • Sul sistema nervoso centrale, aumentando l’attenzione e l’aggressività
  • Sulla muscolatura cardiaca, aumentando frequenza e gittata cardiaca.
  • Sulla muscolatura liscia dei bronchi, consentendo un miglioramento della respirazione.
  • Sul metabolismo dei grassi, aumentandolo e favorendo la disponibilità di energia durante lo sforzo.

In ogni caso la risposta alla caffeina è largamente soggettiva, ma il miglioramento delle performance atletiche negli sport di resistenza hanno indotto il CIO a inserire la caffeina tra le sostanze dopanti, inserendo il limete di 12mmg per litro oltre il quale è considerato doping.

12mmg litro sono circa 12,15 caffè die.

Quindi quali aìsono le caratteristiche benefiche del caffè?

I benefici del caffè

Come possiamo valutare gli effetti benefici del caffè tra le cose già dette e quelle da dire:

  • La caffeina stimola la secrezione gastrica e anche quella della bile, da qui la credenza, fondata, che una tazzina di caffè a fine pasto fa digerire.
  • L’effetto sui miociti (cellule muscolari cardiache) tonificante e stimolante della funzionalità cardiaca sostenendo frequenza e gittata.
  • L’effetto stimolante sul sistema nervoso che aumenta l’attenzione e fa star svegli anche dopo una pantagruelica mangiata.
  • L’effetto lipolitico che, come già accennato, favorisce il metabolismo dei grassi sottocutanei e da un lato rende maggiore energia disponibile, dall’altro agevola il dimagrimento.
  • L’azione termogenica che fa aumentare il numero di calorie bruciate a parità di dispendio energetico.

Inoltre nel caffè sono state identificate altre sostanze che attualmente sono sotto l’osservazione dei ricercatori. Sostanze con spiccate proprietà antimutagene, antiossidante e antinfiammatorie ma presenti in concentrazioni talmente basse da non essere attive nella classica tazzina di caffè.

Ma allora il caffè è una panacea, berlo, gustarlo e star bene sembra a questo punto una valida equazione per il nostro organimo.






Alimentazione, Salute ,


CONDIVIDI
 
  1. 13 agosto 2011 a 16:25 | #1

    Forse l’ azione più benefica: il caffè è semplicemente buonissimo…toccasana per l’umore

  1. Nessun trackback ancora...
.